I dipendenti Atisale impegnati nella start up del Centro visite inviano una nota di chiarimenti alle RSU Cgil e Uil

MARGHERITA DI SAVOIA - Riceviamo e pubblichiamo la nota di chiarimenti che i dipendenti Atisale Marina Marrone, Gianluca Natola, Angelo Delvecchio, Girolamo Santobuono e Chiara Calò (“impegnati nella start up del Centro visite”) hanno trasmesso alle RSU Cgil e Uil, e per conoscenza ad Atisale SpA, in merito al comunicato (leggi) pubblicato su CorriereOfanto.it lo scorso 16 maggio. Di seguito il testo integrale della nota.

«In riferimento all’articolo a Vostra firma pubblicato sul Corriere dell’Ofanto in data 16.05.2019, avente come titolo: “Centro visite Salina, le RSU Cgil e Uil denunciano - un fallimento annunciato - Personale Atisale per sostituire le guide ambientali”, i firmatari della presente, considerato che sono i medesimi lavoratori Atisale impegnati nella start up del Centro visite, chiedono se sono i destinatari delle parole in articolo così esplicitate: “il risultato di questa attività strampalata è disarmante perchè si abbinano improvvisazione ed incapacità”.

Qualora così fosse, i sotto indicati tuteleranno la loro professionalità ed onorabilità in tutte le sedi competenti.

In attesa di riscontro si porgono cordiali saluti.»

Dott.ssa MARINA MARRONE, Dott. GIANLUCA NATOLA, Ing. ANGELO MICHELE DELVECCHIO, Geom. GIROLAMO SANTOBUONO, Ing. CHIARA CALÒ

nota dipendenti atisale