Salina, la Rsu Cgil e Uil prende le distanze dalle affermazioni del delegato Cisl: «Battaglie personali senza riscontri oggettivi»

MARGHERITA DI SAVOIA - «La Rsu Cgil e Uil prende le distanze dalle dichiarazioni pubbliche rese dal delegato Cisl (Video, ndr). Affermazioni sconclusionate, che danneggiano il futuro del nostro sito e che svalutano il lavoro della nostra rappresentanza.

In seguito all’intervista rilasciata su diversi organi di stampa da un Rsu Cisl su questione vendita o acquisizione quote in Atisale ci vediamo costretti a smentire categoricamente quanto affermato dal delegato della Cisl. 

Assistiamo all’ennesima fuga in avanti fatta da parte di uccelli del malaugurio, utile a portare avanti battaglie personali senza riscontri oggettivi. Da sempre affermiamo che il sindacato debba svincolarsi dalle lotte personali e debba svolgere l’esercizio del ruolo di tutori dei lavoratori.

Restiamo rammaricati, e siamo consapevoli che certi episodi lascino l’amaro in bocca tra i lavoratori, ed alimentano divisioni inutili. 

Tali affermazioni disorientano i nostri clienti e possono mettere in crisi il sistema produttivo aziendale. 

Non intendiamo entrare nel merito della questione vendita delle quote societarie. Il quadro sarà più chiaro nei prossimi giorni.

Ma ad oggi ci corre l’obbligo di difendere chi opera onestamente tutti i giorni e che non merita altro che rispetto.

Rimarchiamo la nostra distanza da situazioni che sono ben lontane dalle logiche di lavoro e della difesa dei lavoratori.»

RSU Cgil e Uil Atisale