Futuro della Salina, Valerio: «Diversificare le attività per creare crescita. Dietro il nostro progetto un moto di “orgoglio salinaro”»

MARGHERITA DI SAVOIA - «Desidero comunicare a tutti Voi che comprendo le paure e le perplessità su ciò che state vivendo ormai da anni (perché gli avvenimenti si riflettono direttamente anche sulla serenità delle vostre famiglie), ma sappiate che dietro la nostra voglia di rilevare la partecipazione della Salina c’è un progetto che abbiamo ereditato dai nostri genitori, che hanno creduto da sempre in Margherita di Savoia diversificando in altre attività - stabilimenti balneari, alberghi, ristoranti, sala ricevimenti, discoteca - che ritengo abbiano contribuito alla buona reputazione di Margherita di Savoia.

Ma, essenzialmente, dietro il nostro desiderio c’è un moto di “orgoglio salinaro” con il quale vorremmo contagiare tutti.

Il nostro progetto vede la Salina come un veicolo di crescita di questo paese (anche in tempi brevissimi), attraverso la valorizzazione del nostro prodotto - che diventi simbolo del sale italiano - e la diversificazione delle attività, che non siano solo quelle del sale. Una serie di attività che possono essere anche occasione di rilancio occupazionale.

Oggi, sicuramente non abbiamo l’approvazione di qualcuno, di quelli che non vogliono vedere - accecati da sentimenti negativi - la nostra quotidiana dedizione ed i sacrifici che facciamo (ahimè fa parte della nostra natura di salinari), ma come sapete i fatti ci hanno dato sempre ragione. Ad oggi la salina è ancora dei margheritani e noi la difenderemo, perché non intendiamo metterci solo i mezzi necessari per il business, ma ci mettiamo anche un elemento imprescindibile: il cuore!

Quindi vi chiedo di aver fiducia in noi, perché ci metteremo ogni sforzo possibile per onorare gli impegni presi e, soprattutto, ci sentiamo di dirvi che la Salina non rappresenta solo il presente per Margherita di Savoia, ma anche il futuro: roseo, per i nostri ed i vostri figli.»

FRANCESCO VALERIO