Centro visite Salina, numeri record per la gestione Legambiente. Ronzulli: “Ringraziamo il sindaco Marrano per la fiducia”

MARGHERITA DI SAVOIA - Sono passati ormai due anni da quando Legambiente Margherita di Savoia ha firmato con il Comune di Margherita di Savoia il “Protocollo d’intesa per la valorizzazione delle attività del Centro visite, del Museo storico della Salina, della zona umida e degli impianti di lavorazione della Salina di Margherita di Savoia e per l’apertura del CEA-Centro Educazione Ambientale” e pertanto è opportuno da parte nostra fare un punto della situazione di quello che è successo in questo periodo e quali i risultati conseguiti.

Dapprima, però, non possiamo che ringraziare il sindaco Paolo Marrano, e l’amministrazione comunale tutta, che in quell’ormai lontano 7 ottobre 2015 ha voluto fortemente sottoscrivere il protocollo credendo nel valore aggiunto che un’associazione come Legambiente potesse apportare a quel ruolo importante e strategico per la valorizzazione e lo sviluppo ambientale e turistico del territorio. Da lì si è creato un rapporto fiduciario che ci ha consentito di poter operare in questo periodo con il supporto del Sindaco e dell’Ente istituzionale, nonostante i numerosi attacchi esterni ricevuti.

Sono stati due anni intensi in cui ci siamo adoperati per far funzionare al meglio il Centro Percorsi Cultura & Natura e caratterizzato con l’impronta ambientale che ci contraddistingue. Non sono mancati però momenti difficili, dove non neghiamo che eravamo intenzionati a lasciare tutto, soprattutto nella prima fase in cui a molti dava fastidio questo nuovo assetto del Centro visite. Ma è proprio nei momenti difficili che sappiamo dare il meglio di noi, ed infatti, nonostante le difficoltà, abbiamo sempre saputo portare al termine il nostro compito, suscitando il malumore di coloro che ci volevano fuori dai piedi, e i risultati parlano da sé.

Il primo anno è stato di assestamento, di cambiamenti, anche radicali come le nuove tariffe, le quali ricordiamo decise con una delibera di giunta comunale, di instaurare nuovi rapporti e collaborazioni, ma anche soprattutto ricucire dei rapporti con il territorio e con enti esterni che erano stati logorati nel periodo precedente. C’erano agenzie e cooperative che non volevano neanche più sentire nominare la Salina di Margherita di Savoia e non è stato semplice far capire loro che le cose erano cambiate, ci sono voluti due anni, ma oggi è possibile vantare collaborazioni con agenzie di tutta Italia.

Rispetto al 2015, nel 2016 c’è stato un incremento delle visite del 15%. Mentre rispetto al 2016 nel 2017 è del 26%. Dal 2015 al 2017 quindi c’è stato un incremento del 45%. È da precisare però che il 65% dei flussi è composto dalle visite scolastiche. Pertanto chi ha provato a fare i conti in tasca è da specificare che c’è un range tariffario ben diverso, da tener conto anche tutte le gratuità che vengono rilasciate.

Senza alcun dubbio, però, ci fa piacere vedere crescere le visite verso questo nostro meraviglioso mondo naturalistico e culturale, ma soprattutto vedere ogni qual volta che una visita volge al termine l’entusiasmo e il sorriso degli adulti e dei bambini rimasti catturati ed ammagliati da questo piccolo granello di sale che diventa un gigante come la sua montagna. Ciò che per noi salinari può essere scontato, vedendolo tutti i giorni, per gli altri è una meraviglia assoluta.

Dal giorno in cui siamo entrati nel Centro Percorsi Cultura & Natura abbiamo da subito aperto le porte, oltre che aver svolto un’intensa attività di manutenzione, a tutti coloro che volessero collaborare e partecipare a questa crescita e sviluppo anche per il territorio. Infatti, la prima cosa è stata quella di creare una rete di collaborazione con le attività ristorative e ricettive del territorio perché è fondamentale offrire il miglior servizio possibile al visitatore.

Non sono mancati i tentativi di chi ha provato a “ingannare” i visitatori vendendo delle visite che non erano poi quelle alla Salina. Creando non pochi problemi ma soprattutto danni all’immagine del nostro territorio e paese. Ma si sa che a Margherita di Savoia copiare e male è una brutta tradizione. E non interessa se chi ci fa le spese è il paese tutto.

Ci teniamo anche a fare un sentito ringraziamento alle nostre meravigliose guide che in questo periodo, nonostante anche “situazioni” difficili che qualcuno ha voluto crearci per metterci in difficoltà, hanno dato il meglio di loro e sempre con il sorriso hanno svolto egregiamente il loro compito per dare sempre il miglior servizio e guida possibile. E per questo abbiamo puntato molto su di loro creando equità e equilibro affinché tutte lavorassero costantemente e in modo paritario.

Se realmente vogliamo bene a questo territorio e vogliamo farlo crescere è fondamentale la collaborazione di tutti e non intensa nel senso di guardare nella casa degli altri o coalizzarsi per distruggere ciò che magari di buono sta nascendo. Collaborare nelle diversità di ognuno di noi e unendole per offrire un servizio adeguato per soddisfare un turismo sempre più esigente. Per questo come associazione abbiamo anche deciso di aderire al costituendo “Consorzio Città della Buona Acqua”, sperando che i personalismi e le invidie vengano messe da parte e le competenze, quelle buone, collaborino per dare una svolta a questo paese.

Da qui anche il nostro crescente impegno con il territorio e le scuole di Margherita di Savoia per attività e progetti di educazione ambientale volti alla tutela del nostro paese e alla sua valorizzazione, come il progetto “Margherita fa la…Differenza” avviato da poco.

E ricordiamo a tutti come il Centro visite è sempre aperto e a disposizione di tutti, così come i suoi documenti depositati presso gli uffici comunali così come regolamentato nel protocollo d’intesa. E finché avremo l’onore di continuare a svolgere questo servizio, daremo sempre il meglio per soddisfare ogni singolo visitatore e far crescere, per quel che ci compete, il territorio e la sua immagine.

RUGGERO RONZULLI (Presidente Legambiente Margherita di Savoia)

box sositalia