Cusmai e De Pietro: «Marrano e Ronzino ci spieghino il contratto con Sia e l’aumento della tassa rifiuti»

MARGHERITA DI SAVOIA - Nel tardo pomeriggio di ieri, i consiglieri comunali Antonella Cusmai ed Enzo De Pietro (Partito Democratico) hanno incontrato la cittadinanza in un pubblico comizio, tenutosi nella centralissima piazza Marconi, per spiegare i mitivi dell’aumento della tassa rifiuti.

«Dopo la dolorosa rottura con Ecologica Pugliese - ha affermato Antonella Cusmai -, il sindaco e la sua giunta, in piena autonomia, nel giugno 2016 avevano deciso di passare alla gestione della Bar.S.A.; poi, dopo rinvii ed indecisioni, tornarono a Sia, pagando un aggravio economico. Tutto questo, ovviamente, a spese dei cittadini salinari, che hanno visto lievitare i costi con un aumento di 37,00 euro».

La consigliera d’opposizione non si è risparmiata e ha chiesto delle risposte sull’ecotassa: «Perché i margheritani dovrebbero pagarla, visto che altri paesi non lo fanno? E perché altri paesi ancora pagano molto meno di Margherita?».

«L’assessore all’Ambiente ci spieghi perché adesso vuole uscire dal Consorzio Sia Fg4 - ha continuato la Cusmai -, se prima lo osannava? Ha impegnato tutti noi a pagare per altri nove anni i contributi per la fallimentare Sia, senza passare dal Consiglio comunale».

Cusmai ha sottolineato come “il Comune sia indietro di un anno con i pagamenti e non invia più i dati della raccolta differenziata alla Regione da oltre un anno”.

Definito “vergognoso”, inoltre, l’ingaggio dei dipendenti a 18 ore settimanali.

YLENIA NATALIA DALOISO

box paritec