“LOVEMARK”: convegno all’Istituto “Dell’Aquila”. Affezionarsi al territorio attraverso le buone pratiche didattiche

SAN FERDINANDO DI PUGLIA - Nell’ambito delle attività di valorizzazione del territorio e dell’ambiente, l’Istituto di Istruzione Secondaria di II Grado “M. Dell’Aquila” di San Ferdinando di Puglia, ha organizzato venerdì 5 aprile un Convegno-workshop sul tema LOVE MARK: come affezionarsi al territorio attraverso le buone pratiche didattiche”. (Guarda FOTO)

L’evento, promosso con il patrocinio di AIIG - Associazione Italiana Insegnanti di Geografia - e Comune di San Ferdinando di Puglia, ha fornito l’occasione per presentare le best practices didattiche messe a punto dalle scuole superiori delle provincie di Foggia, BAT e Bari.

I progetti in mostra sono stati realizzati sia nell’ambito dell’Alternanza Scuola-Lavoro sia nell’ambito di altre progettualità legate alla valorizzazione del Territorio.

Il Lovemark, marchio d’amore per la propria terra, si realizza solo in presenza di alcuni fattori quali l’evocazione di storie o la partecipazione ad esperienze che suscitano fascino, intimità, empatia, sostenute da azioni di marketing coordinate e durature nel tempo, possibili solo in presenza di un sistema di rete consolidato. In questa rete un ruolo fondamentale deve essere svolto dalla Scuola.

E difatti le scuole hanno aderito in maniera massiccia all’evento, a dimostrazione del fatto che la valorizzazione del territorio occupa un posto rilevante nella programmazione didattica delle istituzioni scolastiche.

Il Convegno si è aperto presso il nuovo e moderno Auditorium dell’Istituto “Dell’Aquila”. Dopo il saluto del Dirigente scolastico, prof. Ruggiero Isernia, e l’introduzione della prof.ssa Rita Azzolini, organizzatrice dell’evento insieme alla prof.ssa Anna Bozzi ed al prof. Francesco Dimiccoli, gli interventi qualificati della prof.ssa Maria Fiori, ordinario di Geografia Economica presso il Dipartimento di Economia e Finanza dell’Università di Bari, presidente AIIG Puglia e Isabella Varraso ordinario di Geografia Economica presso il Dipartimento di Economia e Finanza dell’Università di Foggia, presidente AIIG sezione di Foggia, hanno dato all’assemblea la giusta impostazione scientifica.

Sono seguite le presentazioni delle esperienze da parte delle Scuole Secondarie di II Grado:

l’Istituto “Einaudi-Grieco” di Foggia, l’Istituto “Salvemini” di Molfetta, l’Istituto Alberghiero di Margherita di Savoia, lo “Staffa” di Trinitapoli, l’Istituto “Garrone” di Barletta, il “Lotti” di Andria.

Oltre alle scuole hanno dato il loro contributo alla riflessione l’Anpal Servizi Puglia, l’Assogal Puglia, il GAL Ponte Lama ed il Museo del Gusto di Bisceglie, il Comune di Candela, promotore di un laboratorio su “l’infiorata”, il direttore del Patto territoriale Nord Barese Ofantino ed il sindaco di Roseto Valfortore, Lucilla Parisi. Infatti, il progetto Terra rossa, legato alla valorizzazione delle cave di bauxite di Spinazzola, le Cave della Petrera di Roseto Valfortore insieme alle Cave di Cafiero di San Ferdinando sono stati presentati come case-study all’interno del Convegno con l’obiettivo di offrire uno spunto di riflessione sulle best practices didattiche e di marketing territoriale.

A fine mattinata i partecipanti si nono trasferiti presso il Parco delle Cave di San Samuele di Cafiero dove è stato consumato un gustosissimo buffet allestito dai docenti e dagli alunni dell’Istituto Alberghiero di Margherita di Savoia nonché una degustazione di prodotti tipici offerti dalla Proloco di Roseto Valfortore e prodotti di panificazione realizzati dagli alunni dell’Hub Agroalimentare ENAC Puglia.

È seguita la visita guidata del Parco delle Cave a cura degli studenti dell’indirizzo Turismo del “Dell’Aquila” per concludere con gli interventi dell’Ente di formazione professionale ENAC Puglia, dell’Istituto “Giannone” di Foggia, sede associata di Candela di Candela, e dell’Istituto “Dell’Olio” di Bisceglie, con il quale l’Istituto “Dell’Aquila” ha avviato un gemellaggio nell’ambito delle iniziative di Play on Puglia Picnic, e la premiazione degli studenti delle classi 3^ e 4^A dell’indirizzo turismo, vincitori del premio nazionale eTwinning Quality Label 2016-17 e 2017-18 con i loro progetti legati al Lovemark e al branding territoriale “San Valentino a Corte” e “Vieni a conoscermi: io sono il mandorlo”.

Insomma, una giornata ricca di idee e suggestioni che ha dato agli studenti ed ai docenti partecipanti la possibilità di condividere le proprie esperienze e confrontarsi su prospettive di sviluppo futuro.

Ci si è lasciati con il proposito di formare rete e di impegnarsi per difendere il territorio ma soprattutto per offrire ai nostri giovani l’opportunità di godere appieno delle risorse culturali ed economiche che sono tutte intorno a noi.

GAETANO DALOISO